Centro medico Golden Salus

FibromialgiaIl termine fibromialgia (FM) deriva da "fibro" che indica i tessuti fibrosi (come tendini e legamenti) e "mialgia" che significa dolore muscolare. La FM è quindi una malattia reumatica che colpisce i muscoli causando un aumento di tensione muscolare: tutti i muscoli (dal cuoio capelluto alla pianta dei piedi) sono in costante tensione.
Questo comporta numerosi disturbi:
- innanzi tutto i muscoli tesi sono causa di dolore che in alcuni casi è localizzato (le sedi più frequenti sono il collo, le spalle, la schiena, le gambe), ma talora è diffuso dappertutto
- i muscoli tesi provocano rigidità e possono limitare i movimenti o dare una sensazione di gonfiore a livello delle articolazioni
- i muscoli tesi è come se lavorassero costantemente per cui sono sempre stanchi e si esauriscono con grande facilità: questo significa che chi è affetto da FM si sente sempre stanco e si affatica anche per minimi sforzi.
- i muscoli tesi non permettono di riposare in modo adeguato: chi è affetto da FM ha un sonno molto leggero, si sveglia più volte durante la notte e alla mattina, anche se gli sembra di avere dormito, si sente più stanco di quando si è coricato (si parla di "sonno non ristoratore").
  La tensione muscolare si riflette a livello dei tendini (che sono strutture fibrose tramite le quali i muscoli si attaccano alle ossa) che diventano dolenti in particolare nei loro punti di inserzione: questi punti dolenti tendinei, insieme ad alcuni punti muscolari, evocabili durante la visita medica con la semplice palpazione, sono una caratteristica peculiare della FM e vengono definiti "tender points" (FIGURA 1). La FM era già stata descritta nella prima metà del 1800. Agli inizi del 1900 venne considerata una malattia infiammatoria dei muscoli (fibrosite). Alla fine degli anni '40 venne esclusa la presenza di infiammazione per cui la FM venne considerata una malattia su base psicologica. Il moderno concetto di FM e di tender points risale al 1978. Nel 1990 sono stati messi a punto i criteri diagnostici e nel 1994 la diagnosi di FM è stata accettata a livello internazionale con la cosiddetta "Dichiarazione di Copenhagen". Si tratta quindi di una malattia conosciuta da molto tempo, ma che solo recentemente è stata meglio definita.
 

Questo sito utilizza cookies – piccoli file di testo che vengono depositati sul Vostro computer per aiutare il sito a dare una migliore esperienza all’utente. In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente e memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e fornire dati di monitoraggio anonimi ad applicazioni di terze parti come Google Analytics. Come regola generale i cookie servono per rendere migliore la Vostra esperienza di navigazione. Tuttavia, è possibile disabilitare i cookie su questo sito come su altri. Il modo più efficace per farlo è quello di disabilitare i cookie nel Vostro browser. Il Garante della Privacy impone di avvertire gli utenti di questa procedura e rispettare la Legge Europea sui cookie per non incorrere a sanzioni. (Provvedimento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 03 giugno 2014) Per maggiori informazioni: privacy policy.